Patto con i tassisti, più auto in strada

È stato firmato ieri sera l’accordo tra il Comune e i tassisti. Gli aspetti più importanti riguardano sia maggior numero di taxi in circolazione, grazie alla revisione dei turni (verranno aboliti quelli considerati «morti» con troppe auto ferme nei parcheggi) e all'inserimento del secondo guidatore, sia un monitoraggio continuativo. Si utilizzeranno sistemi elettronici a bordo delle auto per controllare quante siano in servizio in quel determinato momento e in quali zone della città. Vengono inoltre confermati il taxi collettivo e le tariffe fisse su tratte predeterminate (Milano-Malpensa, Malpensa-Fiera esterna, Linate-Malpensa). Soddisfatto l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente, Edoardo Croci: «Grande soddisfazione per l'accordo raggiunto che traduce gli impegni del programma elettorale del sindaco Moratti, costituendo un passo fondamentale verso il potenziamento e il miglioramento del servizio taxi a Milano. Questo accordo inaugura una nuova stagione». Il Comune si impegna a creare nuove corsie riservate (con un aumento del 30% rispetto a oggi), a installare telecamere per multare i «furbi» e a perseguire i tassisti abusivi.