«Il patto con l’Udc va rispettato»

Colazione di lavoro ad Arcore ieri pomeriggio per il sindaco. Letizia Moratti ha incontrato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e in serata conferma che insieme hanno «parlato dei progetti per la città». Presente anche Bruno Ermolli. Non avrebbero discusso invece di questioni legate alle amministrative: «Le avevamo già affrontate qualche giorno fa - ha riferito -, si è deciso che a Milano il patto con l’Udc va rispettato». Il coordinatore e candidato alla Provincia del Pdl Guido Podestà aveva chiesto nei giorni scorsi che gli assessori centristi in Lombardia uscissero dalle giunte, in primis da quella del Comune di Milano e della Regione. Ieri a margine dell’incontro tra sindaco e partiti di maggioranza sul piano di governo del territorio, Luigi Baruffi, il coordinatore cittadino del partito di Casini - che per Palazzo Isimbardi corre con un proprio candidato contro Podestà e Penati - aveva garantito la fedeltà dei consiglieri e assessori dell’Udc alla squadra, nessuna battaglia dal sapore elettorale contro il Pdl e Lega, né sul pgt né su altre questioni all’ordine del giorno (e del consiglio comunale). Il capogruppo del Pdl Giulio Gallera ha ribadito invece la richiesta di «congelare le nomine dell’Udc nelle aziende comunali fino a dopo le elezioni».