Patto ormai sciolto per i soci di Bios

Snia

Bios, la società che riuniva in cordata gli azionisti di controllo di Snia e ne deteneva il 50,01% del capitale, ha comunicato alla Consob il suo scioglimento, come anticipato dagli stessi vertici della società nello scorso mese di aprile. Lo scioglimento dei vincoli fra i soci risale al 19 maggio scorso e, di conseguenza, la società risulta direttamente controllata da Hopa con il 20,357%, da Interbanca con l’11,25%, Banca Monte dei Paschi di Siena con il 6,529% (di cui lo 0,002% tramite la Bam), da Unipol e Aurora Assicurazioni con un totale del 4,86% e da Intermedia con il 2,497%. Dal 19 maggio scorso Snia è quindi «contendibile» come aveva sottolineato a suo tempo lo stesso presidente Umberto Rosa. La cordata Bios, che riuniva una dozzina di azionisti, aveva deciso lo scorso aprile di assegnare ai soci le azioni Snia in suo possesso, consentendo quindi la partecipazione diretta all’aumento di capitale che la società ha in programma nell’ambito del piano industriale 2005-2009.

Annunci

Altri articoli