Patto con Satana per la strage

Spunta la pista satanica per la strage della famiglia Pane in Calabria. Nell'abitazione di Claudio Tomaino, il nipote arrestato con l'accusa di essere uno degli assassini, è stato trovato un «contratto con Satana» firmato dal giovane con il suo sangue e dove lui stesso chiedeva l'impunità per la strage in cui sono stati poi uccisi lo zio, la moglie di questi e i due figli della coppia. Il documento, quindi, dimostrerebbe, secondo gli investigatori, che il giovane avrebbe premeditato la strage.