Paura per Rooney: minacce dai tifosi Poi la firma: "Resto qui fino al 2015"

I tifosi del Manchester United contro l'ipotesi di un passaggio al City dell'attaccante, che ci ripensa e firma fino al 2015 per i Red Devils

Manchester - Grossi guai per Wayne Ronney. E questa volta non ci sono di mezzo mogli, amanti o escort. Tradire la fidanzata è un conto, tradire i tifosi un altro. "Firma per il City e muori". È solo uno dei cartelli esposti da circa 30 contestatori che giovedì sera si sono riuniti davanti la casa di Wayne Rooney per contestare la decisione del giocatore di lasciare il Manchester United. La polizia del Cheshire è dovuta intervenire per disperdere il gruppo. La notizia è riportata da numerosi siti britannici. I contestatori sono andati via senza alcuna resistenza. Rooney proprio all’inizio di questa settimana ha fatto sapere tramite un comunicato la propria intenzione di non voler rinnovare il contratto con i Red Devils che scade nel 2012. Sulle tracce del giocatore ci sono anche i cugini del Manchester City. Il tecnico Sir Alex Ferguson è al lavoro per chiudere il prima possibile la vicenda.

La firma fino al 2015 Sorpresa da Manchester: Rooney ha firmato un nuovo contratto con lo United fino al 2015. Nonostante negli ultimi giorni fosse parso inevitabile il divorzio del centravanti inglese dai Red Devils questa mattina il club ha annunciato il rinnovo per altri cinque anni. "E' stata una settimana difficile - ha commentato Sir Alex Ferguson sul sito del club -. Ho sempre detto al ragazzo che la porta sarebbe rimasta aperta per lui e sono contentissimo che abbia deciso di restare. Certe volte è difficile capire quanto è importante una società e magari quello che è capitato negli ultimi giorni è servito a chiarire la situazione. Penso che Wayne abbia capito quanto è grande il Manchester United".