Pausa-pranzo, dove farla «strana»

La pausa-pranzo può diventare anche un’occasione per mangiare bene, oltre che per proseguire la riunione tra colleghi interrotta in ufficio. Ecco qualche suggerimento. Dalla Sora Margherita (piazza delle Cinque Scole 30; tel. 066874216) menu di calendario: giovedì gli gnocchi alla romana, pasta e ceci e baccalà il venerdì. E poi pasta fatta in casa e i prodotti di stagione. La specialità della casa è l’abbacchio alla cacciatora ma le polpette coi carciofi alla giudia, la cicoria ripassata e l’arancio condito sono appetitosi. Unico neo: il locale è piccolissimo e bisogna combattere per i pochi tavoli. Del resto, dove ci si può saziare con meno di 20 euro? Il Bar del Cappuccino (via Arenula 50; tel. 0668806042), oltre alla fama legata alla colazione ha una «chicca» da pranzo veloce: la pizza al Pastrami (carne di manzo aromatizzata e affumicata tipica della cucina ebraica). Il pane è quello garantito del forno Roscioli, buona anche la pizza con la bottarga. Da CO2 (largo del Teatro Valle 4; tel. 0645476337) si trova la raffinatezza di un locale alla moda stile milanese ma con più simpatia. Il locale è grande, due piani e molti posti a sedere. Il pranzo è al buffet, con due tipi di primi e secondi che variano, molte verdure e proposte etniche interessanti come il cous-cous (ma con mentine pronte perché c’è molta cipolla). Le tavolate comuni danno un tocco informale (ma per chi cerca intimità ci sono tavoli singoli) e al centro della sala fa tanto «business» un megaschermo con gli orari dei voli nazionali. Quattro tavolini all’aperto sotto la chiesa di Santa Barbara: questo è la Yogurteria Cremolati (largo Dei Librari,86; tel. 0668309324). Crêpes dolci e salate e, con la bella stagione, yogurt dietetico. Un po' più decentrato ma sicuro riferimento delle Pause-pranzo è il Sambil (piazza Pio XI), con un ricchissimo buffet di cose buone preparate da un giovane cuoco argentino specializzato nelle carni. La biscotteria è speciale, con i cannolini al cioccolato bianco e frolla di cacao che molti golosi sostituiscono ai carboidrati della pasta. L’ambiente è semplice e curato, con pochi tavoli anche fuori, il prezzo è onesto. E se la musica alta dà fastidio basta ricordarlo ai giovani proprietari.