A Pavia la passione antiquaria Torrone da favola a Cremona

Una domenica all'insegna della golosità e della fantasia è quella che si può trascorrere a Cremona, dove oggi si svolge Sweet Torrone, grande kermesse dedicata al più tipico dei dolci natalizi, il torrone. Filo conduttore di questa quarta edizione è Un torrone da favola, una favola di torrone ispirato al bicentenario della nascita di Andersen, il celebre scrittore di fiabe, che trasforma Cremona in un luogo ricco di scenografie fiabesche, animazioni sognanti e rappresentazioni di antiche leggende.
In piazza Stradivari ritorna il classico Sweet Show, una vetrina commerciale ricca di torroni di tutta Italia e del mondo, da assaggiare e acquistare, mentre in Cortile Federico II sono di scena I tipici di Cremona con dolcissime prelibatezze locali. Tra le numerose iniziative in programma, Torrone in corso, una serie di incontri e degustazioni aperti a tutti coloro che vogliono saperne di più sul dolce prodotto e gustare alcune «chicche» della migliore produzione internazionale; la Casa delle fiabe, realizzata da uno staff di esperti pasticceri e arredata interamente in torrone e altri dolcissimi materiali, dal tetto alle finestre, dalle sedie fino a fiori, funghetti e alberelli; la rievocazione fiabesca della nascita del torrone, all'interno del Cortile Federico II; un tour all'interno dei Giardini di piazza Roma, dedicato al mondo dei piccoli con un dolce percorso interattivo suddiviso in tre tappe, ognuna dedicata a una fiaba tradizionale; Spirito di torrone, un circuito che tocca le enoteche, i pub e i locali notturni che propongono un distillato o un vino dolce in abbinamento a degustazioni di torrone; il TouRon in bici, un vero e proprio parco bici con le due ruote personalizzate e dotate di cestello portatorrone da utilizzare per andare alla scoperta dei luoghi più suggestivi ubicati fuori dal centro storico; una serie di itinerari, animati da racconti di leggende e fiabe che portano i turisti a conoscere gli aspetti storici, di costume, architettonici e urbanistici della città in compagnia delle Piccole guide del Laboratorio Cremona dei bambini; una mostra fotografica allestita nelle vie del centro (corso Mazzini, corso Campi, corso Garibaldi, via Solferino) per ripercorrere la storia del torrone cremonese dai primi del Novecento a oggi.
Un tuffo nei gioielli dell’antiquariato si può fare a Pavia, dove è in corso PaviaAntiquaria (Palazzo delle esposizioni fino al 13 novembre). Oggetti, mobili, argenti preziosi ma non solo. La fiera dell’antiquariato, con i suoi 50 espositori, quest’anno si apre anche al contemporaneo e alla solidarietà. Con una sezione della mostra dedicata all’artista pavese Angelo Grilli e a varie iniziative dell’associazione non profit Il mio amico pediatra. Accanto all’esposizione, la mostra Antiche maioliche da farmacia propone cinquanta pezzi che risalgono al XVI e al XVII secolo, e pezzi inediti di manifattura pavese del XVII e del XVIII secolo.
Con il Fai-Fondo per l'ambiente italiano, invece, si può andare alla scoperta delle bellezze dell'antico monastero di Torba, immerso nei verdi boschi di Gornate Olona (Varese). Oggi (dalle 14 alle 17; ingresso 4 euro) guide esperte accompagnano i visitatori ad ammirare gli splendidi affreschi conservati al primo piano, come l'affascinante volto di Alberga, monaca dal nome longobardo, e quelli nella sala al secondo piano della torre, risalenti alla fine del VIII secolo.
Per festeggiare l'arrivo del vino nuovo, frutto dell’ultima vendemmia, l'azienda vitivinicola Tallarini di Gandosso (provincia di Bergamo), partecipa all'iniziativa Cantine aperte al novello, organizzata dal Movimento turismo del vino, e apre le sue cantine a tutti i visitatori che vogliono conoscere i segreti e inebriarsi dei profumi intensi del vino in maturazione nelle botti. Dalle 10 alle 18, la struttura agrituristica dell'azienda Tallarini offre l'opportunità di visitare le sue cantine e di degustare il Primofrutto abbinato con le caldarroste.