Pavia-Venezia, al via il raid lungo il Po

I partecipanti dovran­no percorrere 384 km seguendo il tra­dizionale
itinerario: partenza dall’As­sociazione Motonautica Pavia con marcia di
trasferimento a velocità ri­dotta sino al Ponte della Becca

Scatta domattina alle 8 il 68˚ raid Pavia-Venezia 2011. Le prime parten­ze avverranno dal Ponte della Becca (Pavia). Saranno ammesse le imbarca­zioni che rientrano nelle classi circui­to Fim e Uim, con cilindrata superiore a 400 cc; tutte le categorie e le classi Endurance; scafi da turismo la cui ve­locità di crociera non sia inferiore a 60 km/h, moto d’acqua, eliche aeree, barche storiche, sciatori nautici, off shore classe 3. I partecipanti dovran­no percorrere 384 km seguendo il tra­dizionale itinerario: partenza dall’As­sociazione Motonautica Pavia con marcia di trasferimento a velocità ri­dotta sino al Ponte della Becca. Dice Enrico Beltramelli, presidente dell’Associazione Motonautica Pavia e storico coordinatore dell’evento: «È un grande orgoglio far ripartire la gara dopo tanti anni dalla nostra città. Al momento le condizioni del Ticino e del Po garantiscono un’ottima naviga­bilità e tutti saranno in grado di dare il meglio e di rendere la gara il più spetta­colare possibile». Per l’occasione,Frauscher e Cantie­re Feltrinelli (importatore italiano del marchio austriaco), metteranno a di­sposizione 3 motoscafi per una gara nella gara. Un 717-Gt e due 686 Lido: saranno usate da 3 squadre di giornali­sti nautici che si sfideranno lungo un percorso ridotto da Cremona a Boret­to Po. Una vera sfida sfida nella sfida.