Paziente dimesso morì d’infarto medico condannato

Tre anni fa dimise un paziente di 65 anni che si era presentato al pronto soccorso con dolori a petto e spalle. Poche ore dopo l’uomo morì di infarto. E ieri un medico del Policlinico San Donato è stato condannato con rito abbreviato a quattro mesi per omicidio colposo. Il gup Fabio Paparella ha rinviato a giudizio, inoltre, un ortopedico coinvolto nella vicenda. Lo specialista fu chiamato perché il primo medico, nonostante un elettrocardiogramma evidenziasse un’anomalia al cuore, ritenne che il malessere fosse cagionato da un problema ortopedico. Il secondo medico tuttavia non riscontrò nessuna anomalia e l’anziano venne dimesso.