Pazienti in fuga dalla clinica dell’orrore

Pazienti in fuga dalla clinica Santa Rita. In molti reparti il 30% dei ricoverati ha già chiesto di essere dimesso e in quelli direttamente coinvolti dall'inchiesta, come quello di chirurgia toracica, c'è solo il deserto. Le notizie sull'inchiesta della Guardia di finanza hanno letteralmente terrorizzato i malati, soprattutto gli anziani, che non ne vogliono sapere di restare in quella che è stata definita la «clinica degli orrori». «Anche oggi ho dovuto dimettere due pazienti sui sette che erano ancora rimasti nel mio reparto - confessa una dottoressa -. Continuano a telefonarmi persone che abbiamo operato nelle settimane scorse dicendomi allarmati: «Ma che cosa mi avete messo che adesso mi sento tutto strano?». All'interno delle corsie sono presenti più giornalisti che pazienti, con alcuni «buttafuori» che stazionano sulle scale con il compito di sequestrare i bloc notes a chi entra per intervistare i degenti. Pochissimi, e tutti nel panico, quelli che osano recarsi al pronto soccorso. Forse perché la clinica serve un'ampia fascia di territorio tra piazzale Loreto e i Comuni della Martesana, (...)