Pc senza fili sotto l’ombrellone

«Mi raccomando: scrivetelo», gongola il sindaco, Claudio Marsano, non appena uno dei relatori chiamati a illustrare la nuova rete wireless ha terminato di declamare il primato della città: primo comune in Italia, quello di Santa Margherita Ligure, a dotarsi di una tecnologia motomash che permette il collegamento automatico di antenne wi-fi per una copertura omogenea del territorio. Tradotto in soldoni: in spiaggia, in barca, nelle piazze, nei bar, ovunque si può entrare in internet senza fili mediante acquisto dalla Wave Tech di Brescia, l'azienda erogatrice del servizio, di un abbonamento annuale o di traffico prepagato a partire da 2,50 euro l'ora. Una soluzione, questa, particolarmente adatta ai turisti, che possono rintracciare le informazioni necessarie allo shopping sul sito internet del comune, www.comune.santa-margherita-ligure.ge.it, da ieri rinnovato e accessibile gratuitamente a chi si trova o transita in loco. Per ora le porte del villaggio globale in risoluzione wi-fi sono aperte nella zona a mare compresa tra l'inizio della Provinciale per Rapallo e il termine dell'area portuale grazie a quattro antenne. Questione di poche settimane, però, e altre tre saranno installate all'interno del borgo. Chi abita nelle estreme periferie o nelle fasce collinari deve invece richiedere un apposito dispositivo che permetta di intercettare la pre-esistente rete hiperlan, su cui fino ad ora viaggiavano solo le immagini dei sistemi di videosorveglianza. In tal caso i costi lievitano di 150 euro ma il risultato non cambia.
Infine: il Comune ha strappato alla Wavetech condizioni di favore per i residenti, a cui sono riservati sconti del 20 per cento sugli abbonamenti. I costi standard? Variano da 19 a 36 euro in base alla velocità massima di navigazione, compresa tra 640 kb e 4 mb. Importanti i riflessi sulla telefonia attraverso la tecnologia «Voip», che consente di disfarsi del canone Telecom al prezzo di 2 centesimi di euro al minuto senza rinunciare al proprio numero, comprensivo di prefisso. Particolarmente soddisfatta di un'iniziativa che fa bella «Santa» agli occhi dei suoi ospiti, tradizionalmente aggiornati in materia di ultimi ritrovati tecnologici, l'associazione albergatori. Tanto soddisfatta che, rivela il consigliere delegato all'informatica Stefano Solari, «si è già detta disposta a sponsorizzare ulteriori antenne».