Pd, arriva Veltroni e prova a frenare il partito di Pisapia

Arrivano i veltroniani e portano con sé quel che resta della Margherita. Obiettivo: contenere la deriva sinistrorsa del Pd milanese e di Pisapia. La presentazione del MoDem Lombardia di Walter Veltroni avverrà questo pomeriggio al Teatro Litta. In prima fila, nel gruppo di dieci piddini, Emanuela Baio e Maria Pia Garavaglia, proprio coloro che all’indomani della vittoria di Pisapia si erano interrogate sulla necessità di trovare un altro candidato. Partecipa anche il segretario regionale del Pd, Maurizio Martina, e, tra gli altri parlamentari, Marilena Adamo e Vinicio Peluffo, oltre che il giuslavorista Pietro Ichino. Insomma, un anticipo del redde rationem previsto per l’assemblea provinciale del Pd di venerdì prossimo. Peluffo è battagliero: «Abbiamo già ribadito che il candidato è Pisapia, perché è stato selezionato in modo chiaro con le primarie. Ma il programma è tutto da scrivere. Bisogna ancora sedersi a discuterne e il candidato Pisapia ha tutto l’interesse ad avere il sostegno del Pd». A preoccupare i veltroniani è la scarsa partecipazione alle primarie. Spiega ancora Peluffo: «È andata a votare meno gente del previsto e i flussi dimostrano che a non votare sono stati soprattutto gli elettori del Pd». Strategia da rivedere.