Il Pd diserta coi messaggini

Proposta per Vodafone e Tim: inventate una tariffa per gli sms parlamentari. Già, perché i messaggini sembrano essere diventati di gran moda alle Camere. Ultimi fan in ordine di tempo deputati e senatori del Partito democratico. Sui rispettivi e ultratecnologici cellulari, in serata, i parlamentari del Pd hanno infatti trovato un sms che li avvisava: non partecipate, domani mattina (oggi, ndr), alla votazione per eleggere il giudice della corte costituzionale. Ironia della sorte, quella delle 9 oggi sarebbe stata l’unica votazione. Andata deserta questa, il Parlamento chiude. In casuale coincidenza con lo sciopero nazionale dei trasporti. Come a dire: Camere chiuse per sciopero e weekend lungo...