Pd e Rifondazione fanno occupare la chiesa ai rom

Indirizzati da due consiglieri comunali, David Gentili del Pd e Patrizia Quartieri di Rifondazione Comunista, e da un drappello di esponenti del volontariato cattolico e di sinistra, ieri ottanta rom romeni hanno bivaccato per ore in una chiesa del quartiere Feltre, Sant’Ignazio di Loyola, in piazza Borotti.
Quaranta bambini e quaranta adulti, le famiglie sgomberate giovedì mattina da via Rubattino. Avevano passato la notte sotto un cavalcavia stradale, non lontano dalla loro favela. Ieri mattina un nuovo allontanamento, condotto dalla polizia per porre fine al gioco infinito di sgomberi e occupazioni attraverso la città che occupa vigili e polizia. Così la «scorta» di politici e volontari ha pensato bene di forzare la mano, approfittando della chiesa di Sant’Ignazio, aperta come sempre.
Infuriato con i registi della inaspettata occupazione il parroco: «Teste di c...». Critica anche la Caritas: «Un’operazione da biasimare», anche se il direttore, don Roberto Davanzo, rileva anche che «tutto parte da uno sgombero alla cieca». In serata i bambini e le madri sono stati sistemati dall’assessorato al Sociale del Comune in tre centri di accoglienza della città.