Il Pd ha un "nemico": Vendola Bersani: "Nessuna fusione col Sel"

Fioroni: "Vendola premier? Irrealizzabile". Caustico Cacciari: "Prenda la tessera del Pd e non rompa i c...". Poi Bersani dice no al partito unitario: "C'è già il Pd"

Roma - Nel Partito Democratico è caccia aperta a Vendola. Il leader di Sel manda in tilt l'intera compagine di centro sinistra: dai cattolici del Pd all'Italia dei Valori. Apre le danze Beppe Fioroni, ex ministro della Pubblica istruzione, è categorico e boccia nettamente il presidente pugliese: " Vendola premier? L’ipotesi non è realizzabile". Non c'è appello per deputato del Pd, primarie o no. "Il suo è il progetto di un partito di sinistra, ma il Pd è dic entro-sinistra". "Vendola -spiega Fioroni- è un alleato importante per una coalizione di centrosinistra che vede nel Pd un partito riformatore. Un partito che si allea, ma con un candidato premier capace di dialogare con le parti moderate del paese e che dunque ampli la coalizione". "Un candidato - rimarca -, che metta insieme il centrosinistra, faccia vincere elezioni e agevoli la creazione di un patto con quella parte dell’Italia con cui il Pd ha la necessità di ricreare autorevolezza". Quanto alle primarie per la scelta del leader della coalizione, Fioroni si dice convinto che "Vendola possa partecipare ma ritengo che non le vinca. Se vogliamo vincere dobbiamo voltare pagina, c’è bisogno di un leader nuovo e se trovassimo un elemento di novità sarebbe meglio".

Lo stop di Bersani a Vendola "Noi il partito lo abbiamo già fatto e ci siamo presi anche una certa pena". Così Pier Luigi Bersani ha commentato, durante una conferenza stampa sul federalismo fiscale, la proposta di Nichi Vendola che Pd e Sel si sciolgano per formare un nuovo partito della Sinistra italiana attraverso le primarie. "Noi siamo interessati - ha spiegato Bersani - a organizzare nel centrosinistra; siamo interessati alle proposte che ci permettano di non rifare l’Unione, che ci permettano di creare una coalizione esigibile in termini di competizione, in grado di rivolgersi a tutta l’opposizione di centrosinistra. E su questo dialoghiamo con tutti". "Però - ha concluso - interroghiamoci sull’Italia più che su noi stessi, perchè solo così la nostra discussione è onesta".  

Cacciari: "Vendola si iscriva al Pd non rompa i c..." Massimo Cacciari filosofeggia poco e parla fuori dai denti: "Vendola? Si iscriva al Pd come sinistra del partito e avrà il suo ruolo e non rompa i coglioni: sa perfettamente che non potrà essere
segretario di un partito socialdemocratico europeo".

La bocciatura dell'Idv E l'Idv? Anche il partito di Di Pietro alza gli scudi contro il leader di Sinistra Ecologia Libertà:" Vendola è una risorsa importantissima per il centrosinistra ma non lo vedo come candidato premier".