Pd In Valpolcevera: «Gustavino via dal Senato» L’ex Ulivo Vacalabre lascia Marta e va nell’Udc

L’invito al senatore Claudio Gustavino perché scriva una lettera di dimissioni, prepari le valigie e torni a Genova «spogliato» del suo incarico istituzionale. L’appello alla correttezza al senatore genovese arriva da chi, durante la scorsa campagna elettorale, ha speso tempo e risorse per raccogliere i voti del Pd ed eleggere Gustavino, polceverasco di provenienza, e che ora si ritrova con un rappresentante parlamentare in meno. L’ex consigliere regionale, candidatosi sotto il simbolo dei democratici, qualche settimana fa aveva annunciato il suo addio al progetto del partito dicendo di non ritrovarsi più nella linea impostata dalla segreteria di Pier Luigi Bersani.«Da quando è stato eletto non abbiamo più avuto l’opportunità di incontrarla e confrontarci - replicano i circoli di Bolzaneto, Pontedecimo e San Quirico -, abbiamo appreso dalla stampa che sempre più si è trovato a disagio nel suo ruolo di rappresentante di un progetto politico, quello del Pd, in base al quale, ed in virtù del quale, era stato eletto». «Con questa lettera - continuano- siamo a chiederle di non privare della rappresentanza parlamentare noi ed i nostri concittadini, ovvero elettori che in quel progetto e in quella proposta politica hanno creduto ed in base al quale hanno votato Pd».
Intanto, c’è un altro transfuga del progetto Ulivo- Pd che cambia casacca: è Vincenzo Vacalebre, consigliere comunale eletto nel 2007 con l’Ulivo e da ieri passato all’Udc: «Non nascondo che nell’aver sciolto la riserva mi ha aiutato la concretezza e la guida che Rosario Monteleone sta dando ormai da mesi all’Udc».