Pdl, Alfano: "Primarieper scegliere il nomedel candidato premier"

In un colloquio con la Merkel Alfano ha detto che il candidato premier alle prossime elezioni sarà scelto con le primarie. Il rapporto con la Lega? "Non è finito". Il governo Monti quanto durerà? "Dipende dai risultati"

Ci sono le primarie nel futuro del centrodestra. A dirlo è Angelino Alfano, in un colloquio con il cancellere tedesco Angela Merkel avuto ieri a Berlino alla Fondazione Adenauer: "Il nostro candidato premier alle prossime elezioni sarà scelto attraverso le primarie". Il segretario del Pdl ne ha parlato oggi ai giornalisti parlando all’ambasciata italiana.

Durata governo? Dipende dai risultati

"Questo governo ha un vincolo ontologico, nell’abbinamento ai suoi risultati - ha detto Alfano riferendosi all'attuale situazione politica in Italia -. Mentre un governo che nasce dalla elezione popolare vedrà misurati i suoi risultati dopo cinque anni un governo come questo trova il suo vincolo nei suoi risultati. Per questo è importante che questo governo centri alcuni risultati e metta buoni semi per il futuro".

Rapporto con la Lega non è finito

Quanto alle future alleanze Alfano ha chiarito che l'asse tra il Carroccio e il Pdl non è finito: "Non riteniamo archiviata la nostra alleanza con la Lega. Alfano ha aggiunto di non "disconoscere" che al momento vi siano "difficoltà evidenti".

Nitto Palma commissario in Campania

Sul fronte organizzativo novità in arrivo dal Pdl campano. Berlusconi,  d'intesa con Alfano ha nominato Francesco Nitto Palma commissario straordinario della regione. L’ex Guardasigilli dovrà guidare il partito nella regione dopo le dimissioni da coordinatore regionale di Nicola Cosentino, all’indomani del "no della Camera" alla richiesta di arresto nei suoi confronti.