Tra Pdl e questura, guerra di numeri sulla piazza Premier: "Ognuno dà quelli che fanno comodo"

Dopo la manifestazione di sabato tensione tra gli organizzatori, che parlano di un milione di presenze, e la questura, che stima 150mila presenti. Cicchitto: "Questura poco credibile"

Roma - Dopo la prova di piazza, la prova di matematica. I dirigenti del Pdl dal palco di piazza San Giovanni annunciano: "Siamo oltre un milione". E giù un boato. Ma la questura, a sera, raffredda gli entusiami: "Al massimo 150mila presenze". A mente fredda il Pdl non ci sta e protesta. "Siamo grati alle forze dell’ordine per il loro impegno a Roma con la città impegnata in diverse manifestazioni. Del resto il nostro popolo ha manifestato in modo composto e gioioso. Siamo meno grati al questore di Roma che evidentemente in preda a stress o in crisi etilica ha diffuso cifre false, in difetto, sui partecipanti alla nostra grande manifestazione". Lo dichiara in una nota il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri.

Numeri "Siamo francamente stupefatti da ciò che ha affermato la questura di Roma a proposito del numero delle presenze alla manifestazione di San Giovanni". Fabrizio Cicchitto torna così sulla guerra dei numeri dopo la kermesse Pdl di ieri e osserva che "quando la piazza è strapiena, il numero dei presenti è molto più vicino alla cifra affermata dall’onorevole Verdini che a quella indicata dalla questura, che, dando il numero di 150mila, ha perso di credibilità. Ciò lo diciamo al netto del fatto - prosegue il capogruppo Pdl alla Camera - che noi abbiamo sempre difeso le ragioni delle forze dell’ordine, ma evidentemente, non solo da ciò che è avvenuto ieri, ricaviamo l’impressione che alla questura di Roma c’è qualcosa che non funziona".

Le forze dell'ordine "I funzionari della questura di Roma sono dei professionisti seri della sicurezza e fanno dell’alto senso dello Stato e dello spirito di sacrificio il valore guida a difesa del popolo italiano". Così il segretario dell’associazione nazionale funzionari di polizia (Anfp), Enzo Letizia, replica alle critiche rivolte da Cicchitto alla questura di Roma. "Pertanto, - prosegue Letizia - le valutazioni tecniche e la stima sulla reale presenza dei manifestanti a piazza San Giovanni è al di sopra di qualsiasi dubbio. La valutazioni - conclude - sono supportate da esperienze e tecniche ultra decennali".

Berlusconi: "Tanta gente" "In queste manifestazioni tutti danno numeri che fa comodo dare, io non voglio entrare nel merito, dico solo che mi sono emozionato nel vedere tante persone e la qualità di queste persone, mi ha riscaldato il cuore". Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, a Bologna per una conferenza stampa, ha risposto così a chi gli chiedeva un commento sui numeri della manifestazione di ieri del Pdl. "A chi parla di declino di Berlusconi, dico solo che dopo le elezioni avevo il 68% del consenso, adesso sono sceso al 61%, mentre Sarkozy è al 32%, la Merkel al 40% e Obama al 42%: io sono il recordman delle democrazie occidentali, come si può pensare che un leader al 61% sia in declino?".

Annunci