Il Pdl mette in lista il "metodo" lombardo

Molti imprenditori ma anche volti nuovi. Formigoni guida la squadra per il Senato. Berlusconi e Fini aprono tutte e tre le circoscrizioni della Camera in
Lombardia. La Gelmini: "A noi non servono specchietti per allodole"

Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini aprono tutte e tre le circoscrizioni della Camera in Lombardia. Mentre è Roberto Formigoni a guidare la lista del Popolo della libertà nell’unica circoscrizione del Senato per la Lombardia.
Liste che rappresentano il territorio, che premiano i parlamentari uscenti e che offrono pure qualche nuovo innesto «anche imprenditori magari meno famosi ma nessun “figlio di...”» osserva il coordinatore lombardo di Fi Mariastella Gelmini. Come dire: «Il Pdl non ha bisogno di specchietti per le allodole» aggiunge il coordinatore regionale di An Massimo Corsaro. Ma vediamo i candidati del Pdl alle politiche del 13 aprile, che «porteranno più Lombardia in Italia, perché il nostro metodo è quello che modernizza il Paese» come sostiene il governatore Formigoni.
CAMERA, LOMBARDIA 1
Ignazio La Russa e Gianfranco Rotondi seguono Berlusconi e Fini. Rotondi (segretario della Democrazia cristiana per le autonomie) nel 2006 fu eletto al Senato: «Mi avevano proposto capolista altrove ma preferisco Milano, meglio quinto a casa mia che primo altrove». Al quinto posto, dopo l’orgoglioso milanese Rotondi, c’è Stefania Craxi, il portavoce di An Andrea Ronchi, l’azzurro Mario Valducci e Paolo Romani. Undicesimo, a seguire, Maurizio Lupi e, seconda donna in lista, l’europarlamentare di An Cristiana Muscardini, con alle spalle Luigi Casero, Francesco Colucci, Gaetano Pecorella.
Dopo il penalista un pacchetto tutto rosa: Valentina Aprea, Paola Frassinetti (An), Mariella Bocciardo e la new entry Elena Centemero. Il vicesindaco Riccardo De Corato è piazzato al 18º posto, seguito dalla conferma di Giorgio Stracquadanio e dal debuttante Simone Crolla, segretario dei Circoli di Marcello Dell’Utri, Lombardia 1 presenta, ancora, Gatti (Circolo della Libertà) e due giovani Carlo Fidanza (capogruppo comunale An) e Lara Comi, ex segretaria giovanile di Forza Italia.
CAMERA, LOMBARDIA 2
La circoscrizione Nord della Regione dietro a Berlusconi e Fini schiera Giulio Tremonti, Mariastella Gelmini e il presidente della Compagnie delle Opere, Raffaello Vignali. Nuovo ingresso seguito da Mirko Tremagia (An), Gregorio Fontana, Stefano Saglia (An), Antonio Palmieri, il candidato sindaco di Brescia Adriano Paroli.
Poi, due donne: Laura Ravetto e l’assessore regionale Viviana Beccalossi (An). Di seguito Giuseppe Romele, Giorgio Iannone, Maria Berruti e ancora new entry: Domenico Angelucci e Renato Farina. Quindi, l’azzurro Luigi Fabbri, Antonio Verro, Marco Airaghi (An), Lino Miserotti (lista Pensionati).
CAMERA, LOMBARDIA 3
Dopo l’accoppiata Berlusconi-Fini, il Pdl presenta gli assessori regionali Giancarlo Abelli e Massimo Corsaro (An). Seguono Maurizio Bernardo, Chiara Moroni, Andrea Orsini, Carlo Nola (An) e nuovo ingresso in Parlamento sia per Oscar Rivetti (Azione sociale di Alessandra Mussolini) che per l’agronomo bresciano Giacomo Tiraboschi.
SENATO
Apre Roberto Formigoni seguito dagli uscenti Alfredo Mantica (An), Ombretta Colli, Guido Possa e il comasco Alessio Butti (An). Alla Camera alta si ripresentano anche Gianpiero Cantoni, Mariella Bocciardo - nel 2006 fu eletta in Lombardia 1 -, Marcello Dell’Utri e l’europarlamentare Mario Mantovani.
Nono della lista per il Senato è Remo Comincioli, Antonino Caruso (An), Luigi Scotti, Antonio Tomassini e new entry il consigliere regionale Giancarlo Serafini. A completare anche Giuseppe Valditara (An), il presidente dell’Associazione magistrati tributari Giacomo Caliendo, l’ex dirigente Fininvest Salvatore Sciascia e Valerio Carrara.