Il Pdl nella piazza del predellino: raccolta di firme per il governo

Il Pdl sente aria di elezioni e avvia il motore della mobilitazione generale a sostegno del governo e del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. E intanto manifesta solidarietà al direttore editoriale del «Giornale» Vittorio Feltri. «Sarà la risposta a chi chiede le dimissioni», annuncia il ministro Mariastella Gelmini, che non vuol sentir parlare di «ipotesi oniriche e giochi di palazzo». Sarà «una risposta», aggiunge il ministro e coordinatore nazionale del partito, Ignazio La Russa. «Dimostreremo che ci siamo, che stiamo governando e diciamo no ai teatrini inutili».
Domani è il giorno della verità, il primo di una lunga serie: alle 10 e 30 il Pdl si riunirà al teatro Nuovo con i ministri ei militanti. Già oggi saranno in piazza i banchetti. Saranno 20, in tutte le zone, aperti dalle 9 alle 20. La manifestazione è stata presentata ieri dallo stato maggiore del partito.
La candidatura della Moratti sarà ufficializzata a metà dicembre. Intanto la Lega chiede una verifica al sindaco sulle alleanze: i finiani ora devono scegliere.