Pdl: oggi il popolo della libertà si sceglie il nome. Vota anche tu

Nel week-end in 8mila gazebo in tutt’Italia si tiene il referendum tra i simpatizzanti del nuovo partito. Un anno dopo la grande manifestazione della Cdl a Roma, gli elettori
della nuova forza politica voluta da Berlusconi si mettono in fila per
le preiscrizioni. <a href="/a.pic1?ID=224349" target="_blank"><strong><font color="#ff6600">On line impazza il toto-simbolo. Ecco la scelta dei nostri lettori</font></strong></a>. <a href="/sondaggio_1a.pic1?PID=29" target="_blank"><strong>Partito della libertà o Popolo della libertà? VOTA ANCHE TU</strong></a>

da Roma

Partito della libertà o Popolo della libertà? Forza Italia riapre i gazebo per scegliere il nome del nuovo partito. Oggi e domani, in tutte le principali città d’Italia. Non sarà soltanto la scelta di un nome, ma una «preiscrizione»: lo strumento per capire la prima risposta dal basso alla svolta di Forza Italia, già collaudato con le 8 milioni di firme ai gazebo di due settimane fa.
La nuova creatura politica appena ideata da Silvio Berlusconi avrà quindi da lunedì un nome ufficiale, scelto dalla gente. E le prime adesioni. La struttura dei banchetti è la stessa della raccolta di firme per chiedere di tornare «subito al voto» di metà novembre. Saranno circa 8mila i gazebo sparsi nel Paese, dove elettori, simpatizzanti e cittadini potranno votare il nuovo nome indicando con una croce una delle due opzioni: Partito o Popolo. La parola libertà non si mette in discussione.
Centosessantotto i gazebo a Roma, ventuno a Milano, a partire dalla piazza dove Berlusconi ha dato vita il 18 novembre alla nuova forza politica: San Babila. Il leader di Forza Italia non sarà però oggi a Milano, ma a Palermo, a piazza Politeama, alle 11. E poi a Bari, alle 15.
I suoi collaboratori più stretti si divideranno le piazze principali. I giorni della scelta del nome saranno infatti il primo atto ufficiale di «fedeltà» al nuovo progetto per molti esponenti di Forza Italia. «Quella di questi due giorni sarà una fase delicata - spiega il coordinatore laziale di Fi Francesco Giro - perché si tratterà di una vera e propria pre-adesione a un partito». I gazebo rimarranno aperti sia oggi che domani dalle 10 alle 18. I primi risultati si sapranno nella serata di domani. Saranno percentuali sul nome preferito, ma anche una prima indicazione importante sulla base elettorale. Se i gazebo di due settimane fa erano stati il termometro del malumore di massa nei confronti del governo Prodi, quelli di questo fine settimana potrebbero diventare la prima verifica popolare sulla nuova scommessa di Berlusconi.
La campagna di preiscrizione andrà avanti comunque per tutto il mese, fino a gennaio con il «supergazebo online» del sito di Forza Italia. Si può compilare il modulo via Internet, o inviarlo per fax. In una nota il coordinatore di Forza Italia Sandro Bondi ha invitato «tutti gli iscritti e i simpatizzanti alla mobilitazione dell’1 e 2 dicembre per la preiscrizione e la scelta del nome da dare al nuovo partito». Bondi ha scelto Firenze, dove sarà oggi alle 11, al gazebo di via degli Speziali 1. Il vicecoordinatore Fabrizio Cicchitto, sarà invece a Roma alle 17, in piazza San Lorenzo e Lucina, dove firmeranno stamattina anche Giro e il presidente degli eurodeputati di Forza Italia Antonio Tajani. Forza Italia giovani ha lanciato un appello ai giovanissimi «per essere coinvolti in prima persona».
Sono affollate, e ben spartite, le piazze milanesi. A mezzogiorno si faranno vedere in piazza San Babila il coordinatore regionale, Mariastella Gelmini, il commissario cittadino Luigi Casero e il vicecommissario Maurizio Lupi. A poche centinaia di metri di distanza, in via Torino, angolo via Orefici, sarà presente, dalle 11.30, «per aprire ufficialmente la raccolta di iscrizioni al Partito della libertà», come si legge in un suo comunicato, la presidente dei Circoli della libertà Michela Vittoria Brambilla.