Pdl in piazza: «Non chiudete l’ospedale»

«Evidentemente agli esponenti della maggioranza e al sindaco non sta così a cuore la sorte dell’ospedale. Un atteggiamento davvero discutibile dal momento che, durante la campagna elettorale, il sindaco aveva promesso che si sarebbe impegnato per non farlo chiudere». Il consigliere regionale e componente della commissione Sanità Tommaso Luzzi (An), commenta così la sua partecipazione a una manifestazione in difesa dell’ospedale di Bracciano, alle quale hanno preso parte i consiglieri comunali del Pdl di Bracciano Patrizia Riccioni, Luigi Chirico, Graziella Bernardini, Armando Tondinelli e Marcello Pezzillo.
«Non è possibile - continua Luzzi - che la Asl di Civitavecchia e la Regione continuino con questo atteggiamento disfattista e fatto soltanto di false promesse. Il reparto di ostetricia dell’ospedale San Pio è uno dei migliori eppure nulla si sta facendo per ripristinare le condizioni per una rapida riapertura del reparto stesso; il pronto soccorso, fatiscente e in pessime condizioni, doveva essere ristrutturato ma i lavori sono subito stati interrotti; il reparto di ortopedia, che ha fama di eccellenza, necessita da tempo di un potenziamento del personale, per superare il rischio di chiusura, e i medici sono costretti a turni massacranti per mantenere in piedi il servizio. Quand’è che la Asl Rm/F smetterà di scappare davanti alle proprie responsabilità e si impegnerà per fornire risposte concrete ai cittadini di Bracciano e dei comuni limitrofi? Chiediamo con forza che il presidente Marrazzo la smetta di continuare a prendere in giro tutti quei cittadini interessati da una questione così grave come la possibile chiusura dell’ospedale di Bracciano, è ora che si impegni per rendere operativo quanto prima l’ospedale e per offrire ai cittadini un servizio sanitario degno di tale nome».