Il Pdl primo partito dell'isola. Affonda il Pd

Il Pdl diventa il primo partito nell'isola superando il 30%, il Pd al
contrario affonda e non arriva al 25% (un anno fa alle Politiche si
attestò al 33% e nelle Regionali del 2004 la somma dei tre partiti
confluiti nel Pd, Ds-Dl-Progetto Sardegna, arrivò al 32%. Di Pietro avanza: dallo 0,99% del 2004 passa al 5,2%

Cagliari - Quando sono state scrutinate 1.658 sezioni regionali su 1.812 e 1.473 sezioni circoscrizionali su 1.812 il Popolo delle libertà si attesta come primo partito della Sardegna ottenendo il 30,53% delle preferenze, 201.105 voti. Il Pd, con una percentuale del 24,42% (160.822 voti) è staccato nettamente di 6,11 punti. L’Udc, seconda forza della maggioranza e terza nell’Isola, ha ottenuto il 9,37% con 61.748 preferenze.

Gli altri partiti Seguono i Riformatori sardi, appartenenti alla coalizione del centrodestra, con il 6,99%, l’Italia dei Valori (centrosinistra) con il 5,20%, il Psd’az (centrodestra) con il 4,39%, Sardegna Unita Uds (centrodestra) con il 3,32%, Rifondazione comunista (centrosinistra) con il 3,13%, i Rosso Mori (centrosinistra) 2,31%, il Partito Socialista con il 2,14% pari a 14.143 voti, Insieme per le Autonomie (centrodestra) con il 2,08%, Irs con il 2,06%, Comunisti Italiani (centrosinistra) con il 2,02%, La sinistra (centrosinistra) con l’1,53%.