Il Pdl punta al «cuore della politica»

Fumata nera anche ieri su chi saranno i candidati a sindaco e alla Provincia di Roma del Pdl. L’annuncio dei nomi verrà dato lunedì alle 12 in via Alibert. La decisione è stata comunicata ieri prima della riunione del primo direttivo romano del Pdl da Gianni Alemanno, presidente della federazione romana di An. Nell’incontro con i giornalisti, inoltre, è stato annunciato anche che sabato 1 marzo e domenica 2 ci sarà la presentazione del programma del Pdl in tutta Italia con l’allestimento di gazebo, mentre venerdì 7 all’Auditorium della Conciliazione si aprirà la campagna elettorale su Roma con gli interventi di Sandro Bondi e Gianfranco Fini. Titolo dell’iniziativa «Nel cuore della politica: vita, famiglia, educazione».
Attenzione alle periferie e al mondo delle imprese. Spazio alla piccola e media impresa contro gli oligopoli privati e pubblici, sicurezza e controllo del territorio, polizia di prossimità, infrastrutture. Questi alcuni dei punti che saranno contenuti nel programma elettorale del Pdl. A riferirlo alcuni rappresentanti del direttivo romano del Pdl, in uscita dal vertice che si è svolto alla Fondazione nuova Italia.
Nel corso del direttivo si è iniziato a parlare di liste, ma la discussione sul tema, a quanto si apprende, proseguirà fino alla prossima settimana. Il countdown per la presentazione dei candidati che correranno per il Comune e per la Provincia di Roma è iniziato: lunedì prossimo una conferenza stampa scioglierà ogni riserva. Intanto, proseguono e si chiuderanno oggi in serata i sondaggi per verificare il livello di gradimento dei possibili candidati. Ma i dirigenti locali del centrodestra nel corso della riunione hanno anche parlato delle certezze che già ci sono. La Prima è che «Rutelli andrà al ballottaggio e lì sarà sconfitto. Sarà una battaglia all’ultimo voto». È questa la previsione del deputato e del coordinatore di Roma e del Lazio di Forza Italia Francesco Giro sulle elezioni comunali. «Ecco perchè ci stiamo preparando - ha aggiunto Giro - a controllare il voto nei seggi elettorali. Scenderanno in campo i “difensori del voto”, una partita questa che sarà seguita personalmente da Silvio Berlusconi».
Più o meno sulla stessa linea il presidente della Federazione romana di An Gianni Alemanno: «Rutelli è battibile, la sua è una candidatura ribollita e dobbiamo cercare di trovare una candidatura che sia il più autorevole possibile per porre fine all’amministrazione di centrosinistra a Roma». «Non c’è stata nessuna bocciatura - ha poi spiegato l’esponente di An - in merito alla candidatura di Giorgia Meloni. Stiamo solo facendo le verifiche del caso».