Il Pdl: «Si autosospenda dalla delega a Trasporti e Atm»

«Maran rimetta la deleghe i trasporti» per fugare ogni dubbio sull’eventuale conflitto di interessi nelle politiche sulla Mobilità del Comune e soprattutto sui rapporti con Atm. A chiederlo è il suo predecessore, ora vicepresidente del consiglio comunale Riccardo de Corato. «Maran si autosospenda dalla delega sui trasporti e rapporti con l’Atm! Se resterà assessore ci sarà il sospetto sulle decisioni che riguarderanno Atm. Altrimenti chiederemo le dimissioni!». Dopo l’uscita di due giorni fa di Giulio Gallera che chiedeva le «dimissioni dell’assessore ai Trasporti Pierfrancesco Maran o, per correttezza, almeno le deleghe a trasporti e mobilità», ieri è intervenuto anche de Corato. «Nonostante la difesa di un sindaco-avvocato come Pisapia, le sue argomentazioni di ieri e di oggi, non convincono nessuno, alla luce di quanto contenuto nelle intercettazioni. Non si tratta di illazioni o deduzioni, lo diciamo al sindaco, ma di affermazioni contenute nell’inchiesta dei magistrati monzesi, e a tutto ciò non si può rispondere con generiche attestazioni di fiducia. Sarebbe stato opportuno che l’assessore si fosse autosospeso dalla delega sino a conclusione dell’indagine, se non lo farà sarà l’opposizione a dover chiedere le sue dimissioni, vista la doppia morale che guida il centrosinistra».
Più morbida la posizione della Lega che, per il momento, si limita a chiedere un chiarimento per bocca del sindaco. I consiglieri comunali chiedono la convocazione per settimana prossima di una seduta straordinaria del Consiglio che affronti il caso legato all’ex presidente della Provincia Filippo Penati. «Il sindaco Pisapia riferisca subito in consiglio straordinario - è la richiesta del capogruppo del Carroccio Matteo Salvini - su eventuali coinvolgimenti di amministratori del Pd milanese in inchieste su ”tangenti rosse“».