Pechino oscura anche You Tube

Il più popolare sito web di video, You Tube, è bloccato in Cina per il terzo giorno consecutivo. Non è chiaro cosa abbia scatenato il pesante intervento delle autorità che i blogger cinesi chiamano «la balia di Internet». La spiegazione più credibile è quella secondo la quale si tratterebbe di una rappresaglia perché You Tube ha lanciato da pochi giorni una versione in cinese del sito diretta soprattutto ai mercati di Honk Hong e Taiwan. Un video in lingua cinese è stato visibile in Cina per poche ore mercoledì scorso, prima che scattasse il blocco. Alcuni esperti sostengono invece che la censura potrebbe essere motivata dalla volontà di evitare sorprese mentre è in corso a Pechino il congresso del Partito comunista.