Pecoraro riduce la bistecca per salvare l’ecosistema

Sfrattato dal ministero, respinto dal Parlamento, cacciato dalla segreteria dei Verdi, indagato per i viaggi extralusso in cambio di favori, ad Alfonso Pecoraro Scanio (nella foto) sono rimasti giusto i panda da salvare e poco altro. Meno male che è arrivato il prof. Pachauri a illuminargli la strada. È da lui, da Pachauri, che Pecoraro Scanio ha scoperto la nuova ricetta per salvare il pianeta. Macché energie rinnovabili, ma quali auto ecologiche: il segreto è non mangiare carne una volta alla settimana. Sì, lo dice Pecoraro Scanio sul suo blog: «Io non sono vegetariano ma ritengo che dare questo contributo di sobrietà alla battaglia contro il cambiamento climatico, sia cosa giusta». Nessuno lo aveva capito ma è la cotoletta il vero nemico dell’ambiente. Ma Pecoraro ha fatto bene a fare outing e mettere in chiaro che non ama la carne. In tanti volevano dargli del pollo.