Le pecore, unico business Emorragia di soldi e abitanti

Tutti scappano da questo esempio di Italia che non è mai stata toccata dallo sviluppo economico, che ha conservato tradizioni, usi e costumi antichissimi ma che purtroppo non ha saputo tramutare un tale tesoro storico in occasione per sviluppare turismo, infrastrutture, investimenti. E così Onanì, paesino della provincia di Nuoro, nell’entroterra sardo, oggi conta solo 473 abitanti. Nel 1961 erano 1.459, certo non tanti, ma lo stesso più del triplo. Onanì è uno dei paesi più poveri d’Italia. Nel 2007 i suoi abitanti hanno prodotto un reddito medio di 5.198 euro pro capite. E così come perde anno dopo anno i suoi abitanti, Onanì ha visto negli ultimi otto anni diminuire di pari passo il reddito dei suoi pochi, ultimi abitanti: meno 34,4 per cento dal 1999 a oggi. Del resto la sua economia, quasi interamente basata sulla pastorizia, non offre lavoro.