«Il pedaggio rischia di essere solo un balzello»

Il ticket non piace anche ai sindaci del sud-ovest. «Se lo scopo è abbattere lo smog - commenta Liana Scundi, sindaco di Trezzano sul Naviglio - credo che il provvedimento sia inefficace. La risposta è nella viabilità e nell’efficienza dei mezzi pubblici. È auspicabile che la Moratti quando assume provvedimenti che hanno riflessi sui Comuni della cintura interpelli le rispettive amministrazioni». Per Sergio Graffeo, sindaco di Corsico: «È assurdo che a tre mesi dall’avvio del provvedimento non si senta parlare di un piano parcheggi ai confini della città, per consentire agli automobilisti di utilizzare veramente il mezzo pubblico». Alessandro Ramazzotti, sindaco di Opera, trova che la via della sperimentazione sia legata al potenziamento dei trasporti. «Se non c’è questo presupposto, l’adozione del ticket rischia di essere solo uno strumento vessatorio. Occorre un impegno sui trasporti». Anche Massimo D’Avolio (Rozzano) non vede di buon occhio i ticket: «Sono contrario al ticket perché penalizza i cittadini dell’hinterland. Abbiamo chiesto alla Moratti un tavolo sul trasporto pubblico ma non abbiamo ottenuto risposte. Noi dobbiamo tutelare chi quotidianamente si reca a Milano».