Pedalare tra mare e monti

Negli ultimi anni il movimento delle due ruote ha registrato l’indiscutibile succeso, tra l’ altro sempre crescente, del cicloturismo. La bici, cioè, come mezzo turistico, il miglior modo per godersi ambiente, natura, relax, benessere. Per la bicicletta, occorre sottolineare, è diventato un formidabile biglietto di presentazione. Perchè ormai non c’è località, di mare monte o campagna, che non metta a disposizione degli appassionati una serie di percorsi,
Prendiamo le Marche, una regione fortuanata sotto questo aspetto. Non a caso, uno dei modi più piacevoli per conoscerlaè proprio la bici, mezzo di trasporto dalle consolidate tradizioni, come testimoniano le numerose manifestazioni di settore, tra cui la Settimana cicloturistica internazionale che si svolge in aprile a Gabicce Mare. Lungo i tanti itinerari regionali (dal Grande anello dei Sibillini, ai 125 km della Granfondo del Conero, fino alla Cupra Marittima-Grottammare-San Benedetto del Tronto a due passi dal mare) è possibile "godersi" le peculiarità della zona, siano esse storico-artistiche che naturali ed enogastronomiche. Per la scelta dei percorsi ci si può rivolgere alle strutture ricettive in cui si soggiorna e alle associazioni ciclistiche dislocate nelle varie province.
L'offerta della regione è varia e in grado di soddisfare tutte le esigenze. Dalla famiglia con bambini (piste pianeggianti in riva al mare o lungo i fiumi) al ciclista amatoriale (percorsi collinari ondulati ma non troppo impegnativi) fino ai percorsi per gli esperti più esigenti (percorsi collinari e montani attraverso le 11 aree protette ).
Ogni provincia - rammentiamo che sono 4, Pesaro-Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno - offre diverse opportunità, dal mare alla collina fino ai monti.
Ed è anche per questo motivo ched Loreto e Castelfidardo hanno anavanzato la propria candidatura ad ospitare i Campionati del Mondo di ciclismo nel 2011 in lizza con capitali europee del calibro di Mosca e Copenhagen. la decisione ci sarà tra pochi giorni, ma è certo che il sopralluo effettuato a metà agosto ha «promosso» la località e la regione Marche.