«Pedemontana, si metta nero su bianco»

Non bastano gli accordi su Pedemontana, almeno quelli presi solo a parole. Ora il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, chiede al ministro Antonio Di Pietro di «mettere nero su bianco».
Continua il suo pressing su Roma, il governatore: «Finché quegli accordi non vengono inseriti nella Finanziaria non esistono». Altro match Milano-Roma, capitolo grandi opere: il presidente del Pirellone, è evidente, adesso si aspetta la risposta e, vista la situazione di «attesa», ne approfitta anche per dire la sua sulla manovra economica del governo: «Se venisse approvata così come è, sarebbe un disastro». Al contrario Formigoni non sembra preoccuparsi dello scontro Di Pietro-Mastella, che non dovrebbe portare conseguenze sugli emendamenti che riguardano la regione lombarda.
Ma ecco un’altra novità sul capitolo infrastrutture. Ieri si è insediato il comitato intese di programma per la realizzazione della Tangenziale esterna, la cosiddetta Tem. La Regione annuncia e chiede: «Prevediamo di realizzarla soltanto con le nostre forze, ma lo Stato ci dia più poteri».