Pedofilia Indagati imam e segretario comunale

Insospettabili con il vizio della pedopornografia. Un segretario comunale di un paesino della provincia di Trento, un non meglio identificato operatore di culto cattolico e un imam. Molti operai, impiegati e professionisti, qualche studente. È questo il desolante spaccato sociale restituito dall’operazione «IWest» della polizia postale di Udine, che ha portato a 98 perquisizioni in 37 province italiane. L’operazione ha permesso di scoprire un sito dal quale era possibile scaricare video pedopornografici a pagamento. Gli indagati risultano di età compresa tra i 26 e i 59 anni. L’indagine è partita monitorando un sito internet, per accedere al quale si doveva pagare 98 dollari, che pubblicizzava solamente materiale pedopornografico. Si è così potuto appurare che il server era negli Stati Uniti, mentre la società che gestiva il traffico era di Mink, in Bielorussia. Nella capitale bielorussa, in particolare, sono stati sequestrati quattro milioni di dollari provento degli acquisti on-line di materiale pedopornografico.