Pedofilia, in Irlanda si sono dimessi altri due vescovi

A qualche giorno di distanza dalle dimissioni di James Moriarty e Donal Murray. I vescovi Eamonn Walsh e Raymond Field, che operano nell'arcidiocesi di
Dublino, hanno detto di aver già informato della loro decisione
l'arcivescovo Diarmuid Martin

A qualche giorno di distanza dalle dimissioni di James Moriarty e Donal Murray, altri due vescovi irlandesi hanno dichiarato di voler presentare le loro dimissioni a Papa Benedetto XVI. Salgono così a quattro i leader religiosi che hanno lasciato il loro incarico dopo lo scandalo seguito alla pubblicazione di un rapporto che ha rivelato come numerosi esponenti della della chiesa cattolica irlandese abbiano per anni tenuto celati gli abusi sui bambini e non abbiano fatto abbastanza per fermarli. I vescovi Eamonn Walsh e Raymond Field, che operano nell'arcidiocesi di Dublino, hanno detto di aver già informato della loro decisione l'arcivescovo Diarmuid Martin. "La nostra speranza è che questo atto contribuisca a riportare la pace e la riconciliazione di Gesù Cristo alle vittime degli abusi sessuali. Chiediamo di nuovo scusa a tutti loro", hanno scritto in un comunicato. Come il vescovo Moriarty, Walsh e Field hanno dichiarato che il rapporto rivela la loro innocenza. Donal Murray è stato il primo vescovo a lasciare il suo incarico dopo lo scandalo. Pubblicato lo scorso 26 novembre, il rapporto accusa l'arcidiocesi di aver "ossessivamente" coperto abusi sessuali su bambini dal 1974 al 2004.