Pedofilo libero di stare «vicino» alla sua vittima

«È incredibile che nonostante la condanna, quest’uomo possa girare liberamente. Mia figlia, tutti i giorni e a tutte le ore, rischia di incontrarlo». È la denuncia, pubblicata ieri sulle pagine del quotidiano La Nazione, della mamma di una delle cinque piccole vittime di un anziano pedofilo di Orbetello (Grosseto), condannato e subito liberato per aver patteggiato la pena. L’uomo è riuscito a tornare libero per i benefici della condizionale, nonostante la pena di due anni, ed ora l’anziano e la famiglia della piccola violentata vivono a pochi metri di distanza. Con il patteggiamento e la sospensione della pena, la legge non può imporre all’anziano di cambiare la propria residenza. «Lui - racconta la madre della piccola in un’intervista - continua a fissarla senza parlare. A volte assume un atteggiamento di sfida come a dire “Avete visto? Non mi hanno fatto niente”. E addirittura un giorno, prima dell’udienza, ha fatto dei gestacci alla bambina».