La peggio gioventù vietata ai minori (e con il rock di Blasco)

da Roma

Sesso, droga, rock and roll tra i giovani. Gli ingredienti sono sempre gli stessi ma la loro rappresentazione in Albakiara è inedita e crea stupore e inquietudine. Nel film di Stefano Salvati, che l'ha anche scritto con Carlo Lucarelli, i nostri adolescenti - meglio non parlare dei grandi (l'ispettore di polizia corrotto interpretato da Raz Degan) - appaiono come non li vorremmo vedere, una peggio gioventù. Sniffano e s'impasticcano a scuola come in discoteca. Il sesso è un gioco (la gara di sesso orale ripresa col telefonino) che si può anche trasformare in un business (il sito porno con tanto di orge). Tanto la mattina la dolce Chiara (interpretata da Laura Gigante), innamorata del deejay Nico (Davide Rossi), la ritrovi in cucina con la sua faccia angelica a bere il nesquik, come quando era piccola e come se nulla fosse successo.
Prodotto da Albachiara, Peace, PixelDna insieme con Rai Cinema, Pixit (Sonia Raule) e Dolcevita (Patrizia Pellegrino), Albakiara, che ospita numerose hit concesse da Vasco Rossi (tra cui l'incipit originale e inedito di Albachiara), verrà distribuito venerdì prossimo da Mikado in quasi 400 copie con il divieto ai minori di 14 anni.