A Pegli racchette in campo per vincere la coppa e le ferie

Claudio Rossini

Con il torneo Open in svolgimento sui campi del Tc Pegli, si concludono momentaneamente gli appuntamenti genovesi per appassionati tennisti dai palati fini; i tornei, come tutti gli anni, si sposteranno sulle due riviere fino a settembre. La manifestazione pegliese, giunta quest'anno alla cinquantacinquesima edizione, dispone di un ragguardevole montepremi di 2500 euro per l'unica gara in programma, il singolare maschile al cui vincitore andrà anche il primo trofeo «Msc Crociere».
Dopo le qualificazioni, che hanno visto l'entrata nel tabellone principale a 32 giocatori dell'emiliano Federico Ottolini, del sanremese Gian Marco Capano e dei fratelli genovesi Andrea e Riccardo Mauri, gli incontri, in programma nel pomeriggio e in serata (fa eccezione questa sera, per Italia-Germania), si preannuciano interessanti fin dai turni iniziali con la scesa in campo delle seconde categorie a cominciare dal portacolori del Park, Enrico Wellenfeld, del giovane toscano Matteo Marrai, che ha giocato anche per le giovanili del Tc, del bresciano Mattia Livraghi, già vincitore in terra pegliese e dell'indomito genovese Andrea Maffei che, a dispetto dell'età, migliora di anno in anno. Davvero notevole lo schieramento delle prime quattro teste di serie del torneo che non hanno bisogno di ulteriori commenti, con le prime tre tutte primo gruppo di seconda categoria: Elia Grossi (1), Daniele Musa (2) e Andrea Spizzica. La testa di serie numero 4 è il genovese Pietro Ansaldo, già campione europeo Under 16 (2000 Inghilterra) e recente vincitore del Memorial Mordiglia organizzato dal Tc: a Pegli la musica sarà diversa per la più numerosa presenza di tanti giocatori di seconda e Pietro, che ha privilegiato gli studi universitari alle allettanti imprese tennistiche, anche impegnato negli esami della sessione estiva. Le premesse per godere di una bella settimana di tennis ci sono tutte. Il gran finale, Giove Pluvio permettendo, è programmato per sabato 8 luglio.