Pegli rifà la passeggiata in stile corso Italia

Fabrizio Graffione

Un milione e ottantacinquemila euro e 780 giorni di lavori per mettere in sicurezza la foce del torrente Rexello. Ancora centocinquanta giorni di lavori per la completare la manutenzione straordinaria e l'adeguamento normativo del lungomare di Pegli. Sono i progetti presentati ieri a palazzo Tursi dall'assessore comunale Valter Seggi, che cambieranno il panorama del tratto a mare della delegazione del ponente genovese. L'appalto per la ristrutturazione della rete bianca e nera era rimasto sospeso da undici anni per pastoie burocratiche, ma l'anno scorso il contenzioso è stato ricomposto e così è stato approvato il progetto esecutivo. Si prevede l'adeguamento idraulico della tombinatura storica del rio Rexello nel tratto terminale fra via Argentina e via Carloforte, che passa sotto la linea ferroviaria, a monte dell'Aurelia e dello sfocio a mare.
«Con questo intervento - dice Seggi - si aggiunge un altro tassello per la messa in sicurezza dell'abitato di Pegli che prevede anche l'intervento sul rio Archetti, nel tratto appena a monte del campeggio comunale. Il finanziamento dell'opera è inserito nelle priorità del 2006 e potrà quindi essere ultimato fra un anno». I lavori sul lungomare, su richiesta dei commercianti, saranno sospesi durante il periodo natalizio per riprendere dopo l'epifania e concludersi a Pasqua. La pavimentazione è simile a quella di corso Italia, considerato che il progetto è firmato dagli architetti Dogliotti e Zoppi, gli stessi autori del lido genovese a levante. Ci sono aiuole e grandi spazi per le passeggiate. Fra tre mesi saranno anche piantate numerose palme. Intorno al depuratore verranno realizzati i campi da bocce. Sul lato monte, invece, è stato previsto, oltre alla pavimentazione praticamente uguale a quella della passeggiata a mare, la costruzione di un muretto, alto circa quaranta centimetri, per evitare le soste abusive e situazioni di pericolo per i passanti. I muretti sono rifasciati con granito e sono dotati di fari luminosi segnapassi. Verrà poi realizzato un marciapiede in viale Pallavicini, dalla stazione di Pegli fino al lungomare.
«Ad oggi - spiega Seggi - l'avanzamento dei lavori è complessivamente del settanta per cento. Abbiamo finito la pavimentazione in granito dal ponte sul Varenna a via de Nicolay e tutti i tratti dei manufatti in cemento armato che costituiscono i muretti di protezione. Entro fine anno verranno terminati anche i lavori per il rivestimento in granito fino a viale Pallavicini, i lavori di tubazione e pavimentazione del tratto fino al civico 211 rosso del lungomare, la sostituzione della tubazione acquedotti nel tratto di sessanta metri a ponente di via De Nicola, con riempimenti, sottofondi e pavimentazione».