Pegli si tuffa nella sua storia

Pegli guarda al passato e vive intensamente il presente, pensando al futuro. È questo il significato della «Giornate storiche pegliesi» che quest’anno sono giunte alla sedicesima edizione. Proprio in questo spirito la manifestazione vivrà uno dei suoi momenti più intensi nella giornata di domani, quando alle 16, presso il Museo navale, si svolgerà la premiazione del concorso per gli studenti sul tema «Pegli com’era, Pegli com’è e come la vorrei». Nell’occasione saranno consegnate ai tre vincitori, ragazzi che frequentano i licei pegliesi, borse di studio offerte dal Lions Club Pegli.
Ma già la giornata di oggi propone una serie di avvenimenti, a partire dalle 14.30 con il «Pozzo in fiore» in piazza Bonavino. Al museo navale inaugurazione della mostra fotografica di Antonio Torchia «e unde van un atra Zenua ghe fan» e della personale della pittrice Ada Tattoli «Pegli, Calasetta, Carloforte, Lomello e S. Agata Feltria: i luoghi di una storia comune». Alle 16 cerimonia del riconoscimento di Calasetta quale comune onorario della Provincia di Genova. A seguire il convegno «Quale futuro per il genovese? Realtà e destini del patrimonio linguistico regionale».