In pegno il 60% di Leonardo

Gemina, per acquistare la quota dei Falck (31%) e quella dei Sensi (16%) di Leonardo (holding che controlla Aeroporti di Roma), ha fatto ricorso ad un finanziamento a breve termine di massimi 305 milioni, erogato nella misura del 50% ciascuno da Mediobanca (che ha il 12,5% della stessa Gemina) e da Calyon (gruppo Credit Lyonnais). A garanzia dell'adempimento delle obbligazioni di rimborso del finanziamento, secondo quanto risulta a il Radiocor, Gemina ha costituito in pegno in favore della banche finanziatrici una quota del 60% del capitale sociale di Leonardo. La stessa Gemina si riserva i diritti di voto e i diritti di natura patrimoniale sul suddetto 60% di Leonardo, che verranno meno e saranno attribuiti alle banche in caso di inadempimento.