Pelè, testa alta e lucida Del Piero è sempre leader

INTER
6,5 TOLDO. I capelli sono ingrigiti, ma i riflessi sempreverdi.
6 RIVAS. Dopo sette minuti si assesta nel bunker difensivo. Tiene a bada Trezeguet. Rischia un rigore su Iaquinta.
4 BURDISSO. Due errori in un colpo solo: imperdonabile.
7 MATERAZZI. Lottatore irrefrenabile: gioca avanti e indietro con ugual veemenza e buona resa.
6,5 MAXWELL. Il gioco ordinato, il correre come una piuma al vento, sono rimedi importanti all’inferiorità numerica.
5,5 SOLARI. Corre nel solito stile «cavallo al vento». Ottiene poco nel solito stile: ho fatto, ho fatto, ma... non ho visto nulla. dall’11’ st Zanetti 6. Mister sicurezza.
6 MANICHE. Dribblomane feroce e talvolta sprecone. Perde troppi palloni, ma regala vigore e presenza continua.
7 PELÈ. Lineare ed essenziale. Spreca poco, gioca con la testa alta e con la testa lucida.
6,5 CESAR. Parte a sinistra, poi terzino destro. Si sfianca in un lavoro duro ma prezioso.
7 CRUZ. Cerca spazi come uno squalo la preda. Ogni tanto plana in area, ma c’è sempre qualcosa che non va. Perde un colpo sul gol del pareggio.
5,5 CRESPO. Grande determinazione, manca la killerata. dal 22’ st Cambiasso 5,5. Poco reattivo sul gol di Del Piero.
ALL. MANCINI 6,5. La squadra gioca tranquilla anche in 10.
JUVE
5 BELARDI. Sfarfalleggiante oltre misura.

6 BIRINDELLI. Corre e si butta: non molla mai la presa. Dal 22’ st BOUMSONG 6. Si riscatta con il gol.
5,5 LEGROTTAGLIE. Solido, talvolta decisivo. Anche in negativo quando Cruz lo beffa.
5,5 GRYGERA. Fatica a tenere il passo di Crespo che poi non è quel satanasso dei tempi migliori.
5 MOLINARO. Si perde quasi sempre le tracce di Solari: non è proprio un attestato di benemerenza.
MARCHIONNI sv. dal 7’ pt TREZEGUET 6. Non trova il colpo che stende. Ma dà una mano per il pareggio.
6 NOCERINO. Elementare nel gioco, non ti fa mai mancare niente, ma neppure ti ravviva con un guizzo.
6 ZANETTI. Fa il regista avendo repertorio limitato. In superiorità, a centrocampo, dovrebbe farla da padrone.
5,5 PALLADINO. Dovunque giochi resta «ino».
7 DEL PIERO. Veloce e guizzante: fa dannare la difesa interista e raccoglie qualcosa.
6,5 IAQUINTA. Al tiro fa paura, gli riesce poche volte.
All.RANIERI 6. Lo salva il cuore della squadra.
Arbitro FARINA 5,5. Sicuri che Burdisso fosse ultimo uomo?