La Pellegrini ha scelto: è Bonifacenti il dopo Lucas

Si riparte da Verona e non da Roma come qualcuno ipotizzava, complice anche il gossip che da Shanghai in poi la vede protagonista per la liason con Filippo Magnini, che si allena proprio nella Capitale. Con il resto della nazionale si unirà frequentemente per i collegiali, il primo in programma a Ostia il 12 settembre prossimo. «Il progetto tecnico che avviamo è una scelta logica, naturale. Verona è il mio campo base - le parole della campionessa - e abbiamo entrambi in testa di arrivare alle Olimpiadi di Londra nelle migliori condizioni possibili. Ringrazio ancora Lucas che mi ha supportato in una fase importante della mia carriera agonistica». Entusiasta Bonifacenti, che ora fa il salto di qualità. «Sono consapevole della grande responsabilità di allenare una campionessa del calibro di Federica - ammette il tecnico -. Sarà un lavoro impegnativo, ma che mi accingo ad interpretare con entusiasmo, orgoglio, soddisfazione». E anche la Fin condivide la scelta: «Siamo molto soddisfatti perchè la Fin ha piena fiducia nel centro di Verona e in Bonifacenti».
I due ori di Shanghai e l’esperienza di Parigi con Lucas hanno cancellato ansie e paure. Con il francese l’idillio è durato sette mesi e in eredità lascia la certezza che il duro lavoro parigino non è stato senza frutto. Federica non voleva tornare a Parigi e Lucas non voleva trasferirsi a Verona. Contrari ai rapporti a distanza, senza parlarsi si sono detti addio. Ognuno per la propria strada. Un passo indietro della Pellegrini per continuare a vincere.