Dalla Pellegrini a Montano l’olimpionico ora è catodico

Che facciano scherma, nuoto, canoa, pugilato, sci, lancio delle freccette o tiro al piccione, una volta superata la soglia della popolarità finiscono lì, in tv, a fare i concorrenti di reality o gli ospiti con gettone di presenza. Il fisico ce l’hanno, il tempo anche perché in fondo le Olimpiadi sono ogni quattro anni, e allora eccoli passare dalle pedane di Pechino all’Isola dei famosi come se niente fosse. Tutti appartengono a un’arma ma nessuno di loro finora ha avuto problemi a ottenere il lasciapassare dal comando, tranne Valentina Vezzali e Margherita Granbassi.
Sarà stata la famosa battuta della fiorettista con il premier a Porta a porta, o il fatto di esordire in un programma politicamente non neutrale come Annozero per la Granbassi, ad aver creato problemi che altrimenti mai si verificano. Perché se il criterio fosse l’opportunità che un militare (per quanto sui generis) partecipi a uno show televisivo non si spiegherebbe come abbia fatto Aldo Montano nel 2006 a ottenere il placet delle Fiamme gialle per vestirsi da contadino e andare a raccogliere sterco nella Fattoria insieme ai cugini di Campagna, Leopoldo Mastelloni e Katia Ricciarelli.
Ecco, Montano. Gli storici della tv indicano proprio nello schermidore livornese, noto frequentatore di riviste gossip, il vero antesignano degli olimpionici-vip da piccolo schermo. Per lui si parlò anche di un ingaggio stratosferico con Mediaset, voci da un milione di euro però mai confermate. In realtà prima di Montano già altri si erano buttati nella mischia. Come il nuotatore Domenico Fioravanti, concorrente nella prima Fattoria, nel 2004, che però si era appena ritirato dall’agonismo per via di un problema cardiaco e si stava quindi inventando una seconda carriera in tv (infatti ora lavora a RaiSport). Oppure il canoista Antonio Rossi, squadra delle Fiamme gialle, che lasciati i remi si è imbarcato nel reality Circus con Valeria Marini e Ciccio Graziani. Ma loro erano ex olimpionici. Montano e gli altri invece sono la nuova generazione di atleti perfettamente anfibi tra agonismo e cazzeggio televisivo.
Le ragazze in più possono aggiungere l’ingrediente sexy o quello del sesso debole che si afferma. La più brava di tutte in questo è la nuotatrice Federica Pellegrini che appena tornata dalla Cina ha posato per un servizio in topless su Fox Uomo e ha sfilato per Armani alla settimana della moda. Ovviamente contatta per partecipare all’Isola dei famosi ha detto di no, perché per ora in tv ci va come ospite, stasera sarà protagonista di uno sketch comico a Zelig (circa 5mila euro di gettone), l’altra settimana era da Gene Gnocchi ad Artù.
All’Isola invece ci sono andati eccome due olimpionici del nuoto come Filippo Magnini e Leonardo Tumiotto, il secondo come naufrago l’altro addirittura come inviato di Simona Ventura (ingaggio che si aggira intorno ai 100mila euro). Tumiotto però a Pechino non c’era, colpe altrui - dice lui - («il mio team mi ha fatto cambiare tre allenatori nell’ultimo anno»), per cui ecco l’occasione per rifarsi o per trovare fortuna fuori da una piscina. Ambizione o avidità anche altri due atleti si sono dati al reality: Matteo Tagliariol, squadra dell'Aeronautica dal 2002, campione olimpico di spada e Clemente Russo, Fiamme oro (polizia) per meriti straordinari. Insieme sono in partenza per Durban, Sudafrica, dove si svolgerà l’edizione 2008 della Talpa. Per entrambi il compenso dovrebbe sfiorare i 100mila euro.
Ma non è solo il reality lo sbocco degli olimpionici esibizionisti. La pattinatrice Carolina Kostner per esempio si è data alla pubblicità e ha prestato il suo visetto angelico per lo spot della Cepu. Il ginnasta Jury Chechi invece ha fatto anche di più: due anni fa era lui il maestro di ginnastica artistica degli Amici di Maria De Filippi.