La Pellegrini vola nei 200 stile. Pizzetti cerca il bis negli 800

Europei di nuoto a Budapest: questo pomeriggio finale dei 100 stile con Magnini e Dotto. Tuffi, Marocchi-Spaziani in finale nel sincro dalla piattaforma con il terzo miglior punteggio

Federica torna in acqua ed è subito regina. All'indomani del bronzo sugli 800 stile, la gara inedita per la campionessa azzurra, l'olimpionica si è qualificata per le semifinali dei 200 stile agli Europei di nuoto di Budapest con il miglior tempo di 1'57"29.
«SODDISFATTA» «Sono molto contenta - ha detto Federica - ho tirato un po' di più ma sono felice di averlo fatto. Il recupero dalla fatica per gli 800 è stato buono, e comunque la medaglia me la sono goduta subito, nel momento in cui ho toccato. Nel pomeriggio in semifinale voglio fare un tempo analogo: le avversarie sono diverse e stamattina si sono tutte risparmiate. Ci potranno essere delle sorprese. La 4X200? Lasciamo perdere non averla fatta, ho ancora un magone...». Nella stessa prova si è qualificata tra le sedici di semifinale anche l'altra azzurra Chiara Masini Luccetti con il 15º tempo (2'01"35).
AZZURRI AVANTI La quinta giornata di gare per l'Italia comunque si è aperta bene: a parte la supercampionessa, hanno guadagnato il passaggio in semifinale nei 200 dorso Sebastiano Ranfagni, quinto in 1'59"81 e Damiano Lestingi, decimo in 2'00"45. Niente da fare per Luca Marin, 23/o in 2'03"07. Avanza tra le sedici a caccia della finale nei 50 dorso anche Elena Gemo, nona in 29"18, così come i due ranisti Fabio Scozzoli (bronzo nei 100) e Alessandro Terrin che hanno chiuso le batterie dei 50 con lo stesso tempo, l'ottavo, in 27"94. Resta fuori Luca Pizzini, 30º in 28"69. Niente da fare anche per il giovane milanese Mauro Stefano Pizzamiglio, reduce dal quarto posto nei 50 dorso, che sui 100 farfalla non è riuscito a qualificarsi per la semifinale: 22º tempo con 53"61. E il passaggio in piscina non porta bene a Giorgia Consiglio: la fondista azzurra, reduce dai successi nella prima settimana di gare sul lago Balaton con la nazionale delle acque libere, alla prova dei 1500 ha fallito. Quarta nella sua batteria, la maratoneta dell'acqua non è andata oltre il 16'45"13 (12º tempo) che la tiene fuori dalla finale.
LE FINALI DI QUESTO POMERIGGIO E nei tuffi il duo Marocchi-Spaziani si è qualificato per la finale della piattaforma sincro femminile con il terzo tempo. Stasera torna in piscina la Pellegrini, ma in acqua anche gli otto dei 100 con due azzurri in gara (Dotto-Magnini) e Colbertaldo e Pizzetti a caccia del podio negli 800 sl.