Alla «Pellicano» piacevano tanto i dolci: in due anni spesi oltre 13mila euro

Oltre 13 mila euro spesi in due anni in una storica pasticceria di via Montenapolene a Milano. C’e anche questa tra le uscite registrate dagli inquirenti da «Il Pellicano», la società fallita un anno fa e al centro dell’inchiesta della Procura di Monza che ha portato ad arrestare cinque persone tra cui l’ex assessore regionale ed ex coordinatore locale del Pdl Massimo Ponzoni.
Nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, firmata dal gip Maria Rosaria Correra, si fanno anche i conti delle «distrazioni» che secondo l’accusa hanno causato il crac della società di cui Ponzoni è stato amministratore unico fino al marzo del 2006 e poi «co-amministratore di fatto» insieme al ragioniere Sergio Pennati, anche lui indagato. E così tra le fatture pagate da «Il Pellicano», molte delle quali a favore della Ar.Co Costruzioni amministrata dal cognato di Ponzoni, se ne trovano due, una del 2006 e l’altra dell’anno successivo, per un totale di 13.235 euro «per l’acquisto di articoli di pasticceria (non inerenti all’attività della società)».