La pellicola sulla Thatcher non piace a nessuno

Anche se, per la sua interpretazione di Margaret Thatcher, Meryl Streep si candida all’Oscar come miglior attrice, il film The Iron Lady sul primo ministro di ferro che guidò la Gran Bretagna dal 1979 al 1990 ha subito feroci stroncature da tutti. Non solo dai suoi ex sostenitori e compagni di partito ma perfino dagli avversari politici. Secondo il progressista The Guardian il film ha trasformato la Thatcher «in una drag queen alla rovescia mettendo in mostra la sua vecchiaia e la demenza senile». La pellicola, che uscirà nelle sale italiane il 27 gennaio, è stata criticata anche dal premier tory David Cameron che ha detto: «Il film è molto più sull’invecchiamento e sulla demenza senile che su uno straordinario primo ministro e, seppur notevole per la recitazione, mi domando se non era meglio attenderne la morte per toccare aspetti così personali».