Il pelo del coniglietto nano provoca tosse e starnuti

Sono piccoli teneri batuffoli e con la loro simpatia catturano i bambini. A Milano piacciono sempre più, peccato, però che non siano innocui. I coniglietti nani, gli ultimi animaletti di compagnia diventati di moda, possono far ammalare i loro affezionatissimi padroncini. Tutta colpa dell'allergia che scatenano. Un fenomeno tutt'altro che raro. Sono molti, infatti, i bimbi che finiscono negli studi dei pediatri o nei pronti soccorso. Starnutiscono, hanno gli occhi arrossati che fanno male e fanno fatica a respirare. Sintomi che, purtroppo, non vengono sempre riconosciuti al primo colpo. I pediatri non li riconducono al coniglietto nano. Chi, invece, arriva presto alla diagnosi corretta è Alessandro Fiocchi, il direttore dell'unità di pediatria della Macedonio Melloni. «Ci capita spesso - spiega - di visitare bambini con dispnee improvvise, congiuntiviti e riniti che attribuiamo ai coniglietti nani». Quelle simpatiche bestiole che si vedono in quasi tutte le vetrine dei negozi per animali della città, sia in centro, sia in periferia. Batuffoli a pelo lungo e a pelo corto che vengono venduti anche su internet. Una compagnia divertente che si può comprare a poco prezzo. Bastano poche decine d'euro per portarsi a casa un coniglietto nano testa di leone un nano rex o uno d'angora. Tutti belli e tutti ugualmente, insospettabilmente, pericolosi. Possono far star male, come anche i criceti, altri roditori casalinghi. Il loro pelo è più potente di quello del gatto? «Il potere allergizzante - risponde l'allergologo primario della pediatria della Melloni - è lo stesso». Ma come ci si difende dagli effetti negativi dei coniglietti nani? «Con i farmaci - precisa Alessandro Fiocchi - e separando il bambino dalla bestiola. O anche con dei vaccini. Questi però, sono inadatti nel caso dei bambini, vengono impiegati solitamente per proteggere i veterinari e il personale che lavora nei laboratori dove si fa sperimentazione». I coniglietti nani non sono però gli animali che possono far star male di più. Il più nocivo? «Il cavallo - conclude il dottor Fiocchi -, i suoi allergeni leggeri sono in grado di scatenare gravi crisi d'asma». Crisi, queste, più rare degli effetti nocivi provocati dai coniglietti, solo perché sono pochi i bambini che possiedono un cavallo.