Pena di morte per tutti i pedofili condannati

I predatori sessuali di bambini che uccidono le loro vittime saranno passibili di pena di morte in base alla legge federale negli Stati Uniti, se un progetto di legge approvato dal Senato per acclamazione passerà anche alla Camera, che lo esaminerà nei prossimi giorni. Il presidente George W. Bush ha già fatto sapere che intende firmarlo. I pedofili saranno, in generale, soggetti a pene più pesanti delle attuali negli Stati Uniti e finiranno in prigione se non terranno al corrente la polizia dei loro spostamenti. Il progetto di legge finanzia la creazione di una banca dati nazionale su Internet con i profili di oltre 100 mila predatori sessuali conosciuti e prevede che la polizia possa seguirne i movimenti con Gps. Alcuni Stati dell'Unione hanno già norme draconiane contro i pedofili, specie di bambini. La legge, bipartisan, prende il nome da Adam Walsh, il padre di un bambino di sei anni rapito e poi ucciso che è conduttore della popolare trasmissione televisiva «America’s Most Wanted»: il 27 luglio è il 25° anniversario del rapimento di Adam e il varo della legge potrebbe coincidere con tale data.