Penalizzazione di tre punti: Cagliari a picco

Sempre più ultimo, sempre più vicino alla B. Mazzata serale ieri per il Cagliari, che si è visto penalizzato di tre punti dalla Commissione disciplinare della Federcalcio. La decisione è stata presa in seguito alla violazione della clausola compromissoria da parte del presidente Massimo Cellino, che aveva querelato Gianluca Grassadonia. L’ex difensore in un’intervista aveva accusato la società di doping (urine scambiate) e di utilizzare la violenza ultrà (lo stesso Grassadonia aveva lasciato la Sardegna in seguito a un pestaggio e all’incendio della sua auto). Tuttavia, i tesserati non possono adire alle vie legali ordinarie senza un’autorizzazione. Al momento delle dichiarazioni, Grassadonia era un giocatore di C1, per cui Cellino avrebbe dovuto consultare la Federazione. Ora il Cagliari si ritrova a solo 15 punti, a -6 dalla Reggina e a -9 dalla zona salvezza.