Penati ai compagni: «Votate le ronde o cambia la giunta»

Gli alleati di Filippo Penati non hanno scelta: «O dicono sì alle ronde oppure si cambia giunta». E, giusto per capire, la seconda opzione non significa «rifissare un’altra data». Messaggio inequivocabile e «democratico» avverte il presidente della Provincia: «O votano lo stanziamento di 250mila euro oppure cambio la giunta perché rappresento quel milione di elettori che mi hanno scelto». Ma gli alleati - Rifondazione, Verdi, Sinistra democratica e Comunisti italiani - non ci stanno a subire l’ultimatum del presidente che tenta di rifarsi il marketing elettorale: «È in evidente difficoltà» sostiene Prc and company, «qual è la sensibilità politica di Penati che vorrebbe costruire per le provinciali una coalizione ampia e democratica» commenta Sinistra democratica. La replica dell’inquilino di via Vivaio? «Mi candiderò con la parte politica che approverà il mio progetto. Un progetto rivoluzionario».