Penati copia i progetti della Colli

Il presidente vuole la San Donato-Paullo: l’aveva definita una sparata elettorale

Consiglio d’uso: i progetti della Provincia gestione Ombretta Colli sono ancora tutti disponibili nell’archivio dei file. Filippo Penati e i suoi uffici sono avvisati: per ricopiare le idee messe nero su bianco dall’ex presidente di via Vivaio, basta usare il mouse e fare un «copia e incolla». Replay che l’inquilino di Palazzo Isimbardi può rivendere come «roba sua», naturalmente. Avvertenza necessaria, dopo che Ombretta Colli ha scoperto «con gioia sincera» che «Penati pesca in quell’archivio».
Chiaro caso di clonazione, di fedele riproduzione che «rende felice» l’attuale assessore di Palazzo Marino: «Motivo? Penati così facendo segnala una coraggiosa scelta di campo, fa cioè proprie le nostre idee e i nostri progetti».
L’ultima occasione? Il prolungamento della linea 3 del metrò da San Donato a Paullo. Notizia che Penati definisce «una grande notizia», poi, autocorreggendosi «una notizia storica». Clonazione programmatica con tanto di ricopiatura pedissequa del sistema di finanziamento. Che, to’, è quello tirato fuori da Ombretta Colli. Allora, però, Penati bollò l’iniziativa come «sparata elettorale» della Colli che, tra l’altro, definì «la presidente Pinocchio»: «Noi, proporremo - disse l’ex segretario ds - soluzioni di attuazione relativamente rapide al problema del traffico che sta strangolando il territorio». Virgolettato che fa sorridere: «Quattro anni dopo, forse partono i lavori nel 2009 e forse li terminano nel 2012» chiosa l’azzurra Colli. Che aggiungere? «La rapidità penatiana mette i brividi» conclude l’ex inquilina di Palazzo Isimbardi: «Gli ci sono voluti tre anni per fare sua un’idea vincente».